Diagnosi Pantografi

Vantaggi

  • Immediato ritorno dell'investimento
  • Costi ridottissimi per la riparazione della catenaria
  • Riduzione dei costi di manutenzione tramite la programmazione degli interventi
  • Riduzione delle interruzioni delle tratte
  • Riduzione dei disagi per i passeggeri ed dei rischi per il personale di servizio
  • Interfaccia web-based e di facile utilizzo
  • Conforme alla specifica RFI TE070

app-pantografo2

Il PADIS (Pantograph Diagnostics System) è l’innovativo sistema Eletech per la diagnostica automatica dei pantografi installato attualmente sulla linea ferroviaria Milano-Piacenza nella stazione di S. Donato Milanese. Tale sistema ha il compito di controllare lo stato di usura dei pantografi in transito in determinati punti attrezzati della Rete Ferroviaria Nazionale con lo scopo di:

  • effettuare un controllo automatico dell’immagine del pantografo transitato
  • effettuare un controllo automatico basato sulla scansione tridimensionale del profilo
  • effettuare un monitoraggio del sollevamento della linea di contatto
  • allertare il personale preposto (COER/CEI) alla vigilanza dell’esercizio ferroviario.

Il sistema PADIS supera le tecnologie tradizionali di monitoraggio del pantografo del treno, introducendo un rivoluzionario sistema che affianca alla fotografia la ricostruzione tridimensionale della struttura transitata. In questo modo si ottengono una serie di parametri addizionali, non ottenibili con la fotografia, tramite i quali diventa possibile un’analisi millimetrica di ogni componente critica del pantografo. Il sistema PADIS non si limita all’acquisizione dei suddetti parametri ma rappresenta una soluzione integrale di piattaforma informatica operante sull’intera infrastruttura di rete di RFI. Infatti, per consentire la visualizzazione delle immagini catturate e delle scansioni relative a diversi pantografi, il sistema può utilizzare una qualunque Postazione di Lavoro di RFI (PdL), grazie alla presenta di server territoriali (STG) e di un server di presentazione nazionale (SCP).app-pantografo

Sullo schermo della PdL, in sequenza cronologica rispetto al passaggio dei treni e dei relativi pantografi in presa, un’apposita interfaccia web consente la visualizzazione degli allarmi, delle acquisizioni dei pantografi e delle relative informazioni proponendo quei pantografi che, a causa del loro stato, sono potenzialmente dannosi per la linea di contatto entro un tempo massimo di 1 minuto.

L’algoritmo PADIS3D
Il sistema di scansione 3D del PADIS consente di rilevare crepe ed altre anomalie che non sarebbero rilevabili con il solo referto fotografico, grazie alla elevata risoluzione dell’ordine dei millimetri.
L’algoritmo alla base del sistema, il PADIS3D, consente di ottenere un modello tridimensionale del pantografo da cui si estraggono, e si confrontano con un modello di riferimento, i seguenti parametri numerici:

  • Pitch
  • Roll
  • Yaw
  • Materiale strisciante
  • Consumo strisciante
  • Anomalie presenti sullo strisciante
  • Ortogonalità dei pattini
  • Parallelismo dei pattini
  • Geometria / presenza dei corni
  • Sollevamento del filo / forza di spinta

Il sistema PADIS rappresenta, quindi, per RFI una garanzia per assicurare la piena fruibilità ed il costante mantenimento in efficienza delle linee e delle infrastrutture.

Rappresentazione grafica animata del sistema PADIS: